Ivana Urso

ivana Urso

Location: Italy

Ivana Urso è nata a San Cataldo CL 17/12/1978
Ha iniziato giovanissima lo studio per le arti applicate che la portano a frequentare l’Istituto Regionale d’Arte (1997) prima e successivamente l’Accademia di Belle Arti di Catania (2002) dove conclude il corso di Decorazione Pittorica con il massimo dei voti. I suoi dipinti esprimono una forte intensità emotiva, espressa attraverso i vari materiali che uniti con gusto, passione e determinazione donano all’opera d’arte una leggerezza propria. Dopo gli studi accademici si trasferisce a Roma dove inizia una ricerca personale per la Vetrofusione, l’incisione senza tralasciare la pittura. Queste nuove tecniche però, le consentono di creare opere molto particolari di ineguagliabile bellezza ed eleganza, sfruttando le caratteristiche intrinseche del vetro stesso. Ha partecipato nel corso degli anni a molte mostre e concorsi a livello nazionale e internazionale.

Riconoscimenti e pubblicazioni
2010 Roma Arte Eccelsa “Eccellenza artigiana romana”
• 2010 ART “Artigianato Artistico” nel Lazio
• 2012 Selezionata per il concorso di design autoprodotto ROMA
• 2016 Premio Arte e critica The Best Online Artist Roma
• 2017 selezionata tra i primi 100 artisti ART CONTEST Biancoscuro
• 2003 Arte e Critica- Anno IX numero 33 Gennaio - Marzo
Esperienze professionali realizzazioni
• 2011 Realizzazione dell’opera Perseo e Medusa di Oliviero Rainaldi
• 2012 Restauro Artistico di vetrate Dalles. Chiesa del monastero delle suore Adoratrici Perpetue del S.S. Sacramento
• 2015 Realizzazione delle vetrate artistiche in vetrofusione per la chiesa Nostra signora delle Grazie Sestu (CA) 2015 su progetto dell’artista Bruno Tavani
Attività artistica:
• 1998 “Insieme per l’arte” Catania
• 2002 Mostra collettiva "Onda d'Urto" Atelier sul mare, Castel di Tusa (Me)
• 2002 “La cuba d’oro premio Maurizio Marchese” Roma
• 2002 “La menzogna” Chieti
• 2002 “Segni e tracce” San. Cataldo
• 2003 “Prima parete in concerto” Catania
• 2003 “Pittura /Spazio” San. Cataldo (CL)
• 2008 Mostra europea. Castel Sant’Angelo Roma
• 2012 “Casaidea” a Roma dove viene selezionata per un concorso di design autoprodotto
• 2015 MacroegoVolto e Corpo Contemporaneo dell’Arte Roma
• 2015 Ventiperventi Artfair Arte Padova
• 2016 In Memory Milano
• 2016 Libro d’artista Art Gallery Museum S.Donà Di Piave
• 2016 Libro d’artista Calligrafico Piave (VE)
• 2016 The Best Online Artist Roma Premio Arte e Critica
• 2017 Webartexpo IV Edizione Grifio Art Gallery ROMA
• 2017 Mostra collettiva 6 Dimensione nella materia San.Cataldo CL
• 2017 Mostra permanente presso la Galleria d’arte contemporanea Cassano D’adda Milano
• 2017 Festival delle Arti - South West University - Blagoevgrad -Bulgaria


Portfolio:

Ivana Urso

Il linguaggio che ho scelto è una sintesi pittorica tra immagine e parola. Una parola dipinta che perde il suo significato letterale ed è il lettore a trovare un suo personale senso. Il segno grafico diventa veicolo emozionale. La gestualità, a tratti squarcia, a tratti apre delicatamente nuovi orizzonti che portano al cambiamento con quei colori che, avvertiti nell'animo e accostati con sapientemente, creano una trasformazione ed energie nell'osservatore che ritrova una via significativa da percorrere fino in fondo.

Segni-riflessi “Segni-riflessi”

Quadro Astratto realizzato attraverso l'uso della tecnica a foglia oro,il quadro si compone al centro da una carta riciclata da un libro antico che arricchisce e particolarizza l'opera, nello sfondo tante piccole parole prive di qualsiasi significato.

Racconti “Racconti”

L'opera "Racconti" è realizzata partendo dall'idea che le parole non possono essere sempre lette ma anche guardate, osservate, ammirate, studiate e percepite anche e soprattutto come opera d'arte. La tela è stata realizzata con diversi materiali che vanno dalla foglia oro, allo stucco, ma la vera anima dell'opera sono le vecchie pagine di libri, persi nella memoria, pagine usate a cui ho voluto dare una nuova espressione una nuova vita.

Infinito “Infinito”

"Lontano dalla logica e dal concreto vive un ordine non manifesto cui si accede mediante un salto interiore"